venerdì 19 dicembre 2008

CHE COSA MI SONO PERSA?

Posso dichiararmi davvero fortunata. Quest'anno sono riuscita a strappare al mio boss una settimana di ferie pre-natalizie al riparo dalla convenzionale bolgia che affolla le città durante le feste. Destinazione Stoccolma. Meraviglia del nord. Quest'anno l'inverno del nord mi risparmia. Temperatura minima -1°. Vivibile. Lontana dal pc per una settimana , che cosa mi sarò persa?

Uno spot davvero divertente relaizzato dall'agenzia BBH per Barclay Card, dove un tubo gigante come quelli che si vedono nei parchi acquatici, fa scivolare un uomo dal lavor direttamente a a casa sua senza dimenticare di passare prima a fare la spesa ....





Uno spot interattivo realizzato dall'agenzia Grey per un cerotto nasale all'Uci Cinema Bicocca di Milano dove i personaggi dello schermo hanno preso vita facendo irruzione in platea....





Giochi promozionali con la schiuma del cappuccino

giovedì 11 dicembre 2008

CHISTMAS CARD MAKING MACHINE

E' tempo di feste e di corse alla ricerca dell'ultimo regalo da mettere sotto l'albero. La domanda fatidica rimane sempre la stessa: ma cosa regalo quest'anno? A Londra hanno pensato a qualcosa di molto originale che potrà essere d'aiuto a tutti coloro a corto di idee: la Christimas Card Making Machine. Una sorta di vetrina gigante dove è possibile realizzare biglietti di auguri personalizzati. Basta infatti posizionarsi davanti al bigliettone per essere immortalati in una foto e diventare uno dei 12 personaggi del Natale da spedire ai propri amici e conoscenti. E'possibile scaricare la foto sul sito http://www.christmascardmakingmachine.com/.


mercoledì 10 dicembre 2008

TEMPORARY MOVING SHOP

Arriva dal Brasile l' Adidas Kombi Bus, un incrocio tra un temporary shop e una "Pretty Woman". Il"negozio" arriva direttamente sotto casa. Sul simpatico bus è infatti possibile acquisate il kit completo del piccolo skateboarder: T-shirts, scarpe e cappellini rigorosamente della nuova linea Adidas ispirata al leggendario skateboarder/artista Mark Gonzales.

martedì 9 dicembre 2008

AMBIENT DA BRRRRRIVIDO

Mi trovo spesso a parlare di guerrilla internazionale, il che non guasta, ma è giusto anche mettere in evidenza le spinte creative che si "muovono" nel nostro paese. Muble muble... rimugino un pò. Effettivamente il panorama, in questo periodo, non ci offre grandi spunti. Ma ecco che a chiudere bene l'anno e ad accrescere un pochino il nostro orgoglio nazionale, arriva da Torino un ambient che lascia tutti di ghiaccio. Da buona e brava ex capitale dei giochi Olimpici invernali, la città non scivola neanche sui Campionati Italiani di Pattinaggio e su tutte le attività sportive e non del Torino Olympic Park. Allora come parlare di ghiaccio se non attraverso il ghiaccio? L'idea arriva da Orange 021 che ha realizzato tre totem glaciali inserendovi dentro la locandina degli eventi del parco. L'idea è carina anche se non proprio nuova (guarda qui). Se c'è una critica da fare riguarda l'idea di inserire una semplice locandina all'interno dell'istallazione. Appiattisce e banalizza forse un pò il ruolo svolto dal blocco di ghiaccio. Si poteva pensare magari a qualcosa di un pò più sovversivo. Ad un paio di pattini, ad esempio, incastonati come diamanti.

lunedì 8 dicembre 2008

CON IL GUERRILLA TRA I CAPELLI

Quando si parla di capelli la guerrilla si scatena! Devo ammettere che gli ambient di questo genere mi fanno sempre un pò sorridere. Nascono da idee semplici, ma non per questo banali. Vogliamo parlare poi degli effetti terapeutici sull'umore? Uscire di casa la mattina con la luna storta e trovarsi d'improvviso davanti agli occhi un cespuglio gigante con un pettine infilato tra le foglie? Come minimo ti fai una risata e ne parli con i colleghi quando arrivi in ufficio.
Il primo ambient è stato realizzato a Bangkok per nuovo balsamo riparatore di Procter & Gamble. Una realizzazione, come dire, "sulle corde".
Nel secondo parliamo sempre di un ambient legato ai capelli realizzato, questa volta, non per promuovere uno shampoo, ma uno spettacolo. Mi spiego meglio. L'Alliance-Theatre di Atlanta in tema con il soggetto Cuttin'Up , spettacolo incentaro sul significato culturale dei barbieri Afro Americani (???), ha pensato di utilzzare i cespugli della città come strumento di promozione. Idea molto carina. Ma a quante persone sarà interessato veramente lo spettacolo? Il guerrilla può certo aiutare ma mica fare miracoli! ;)





giovedì 4 dicembre 2008

GUERRILLA CONTRO LA PENA DI MORTE

Non passa neanche un giorno che mi ritrovo a dover riparlare di Amnesty International. Non ci si può proprio distrarre un attimo. Su viralmente trovo una campagna che attira nuovamente la mia attenzione sia per il tema affrontato che per il mezzo in cui viene veicolato: il guerrilla marketing. Lo scorso maggio Amnesty ha reso noto un rapporto che rivela come la pena di morte sia ancora presente in almeno 61 paesi, nonostante siano ormai passati ben sessanta anni dalla Dichirazione Universale dei Diritti dell'Uomo firmata dall'Onu nel 1948. Questa campagna realizzata da Leo Burnett a Francoforte, supportata da una raccolta di firme, ha permesso alla Ong di aggiungere un tassello in più nella lotta all'abolozione di questo terribile crimine. Ognuno con il proprio contributo, anche piccolo che sia, può aiutare a cambiare il mondo. Tutto questo è racchiuso in un bellissimo video di un minuto e mezzo che testimonia la forza e la spinta sovversiva che è racchiusa in ognuno di noi . You Are Powerful, you have the power to change the world.



mercoledì 3 dicembre 2008

TOILET CELL

Come ci si sente a stare dietro le sbarre? Essere sotto sorveglianza 24 ore 24 in uno stanzino angusto nella prigione di Guantanamo?Amnesty International denuncia la situazione dei prigionieri spesso vittime di torture e maltrattamenti sia fisici che psicologici. Una situazione intollerabile in cui l'uomo non è più uomo all'uomo, spogliato dei diritti più elementari. Una bella campagna che dimostra come sia forse più semplice trattare temi sociali forti con una comunicazione non convenzionale piuttosto che con 1000 parole che rischierebbero di perdersi nel tempo o di essere fraintese.

martedì 2 dicembre 2008

CAPELLI AL PALO

Per la serie un palo e i suoi molteplici usi. Ecco quindi come dalla biforcazione di una luce nasce la campagna Pantene che mette letteralmente al palo il problema delle doppie punte. Costi minimi nella realizzazione e impatto garantito (altrimenti non sarei qui a parlarne). D'altronde "Small ideas are always big ideas" .



L'idea è firmata Grey