giovedì 4 dicembre 2008

GUERRILLA CONTRO LA PENA DI MORTE

Non passa neanche un giorno che mi ritrovo a dover riparlare di Amnesty International. Non ci si può proprio distrarre un attimo. Su viralmente trovo una campagna che attira nuovamente la mia attenzione sia per il tema affrontato che per il mezzo in cui viene veicolato: il guerrilla marketing. Lo scorso maggio Amnesty ha reso noto un rapporto che rivela come la pena di morte sia ancora presente in almeno 61 paesi, nonostante siano ormai passati ben sessanta anni dalla Dichirazione Universale dei Diritti dell'Uomo firmata dall'Onu nel 1948. Questa campagna realizzata da Leo Burnett a Francoforte, supportata da una raccolta di firme, ha permesso alla Ong di aggiungere un tassello in più nella lotta all'abolozione di questo terribile crimine. Ognuno con il proprio contributo, anche piccolo che sia, può aiutare a cambiare il mondo. Tutto questo è racchiuso in un bellissimo video di un minuto e mezzo che testimonia la forza e la spinta sovversiva che è racchiusa in ognuno di noi . You Are Powerful, you have the power to change the world.



Nessun commento: